DOMENICA 23 GIUGNO 2024




L'iniziativa

Castellammare, studenti in difesa dell'ambiente: 'Sfida di idee per le scuole'

Appuntamento domani all'Hotel dei Congressi

di Redazione
Castellammare, studenti in difesa dell'ambiente: 'Sfida di idee per le scuole'

"Una sfida all'ultima idea per rendere la propria scuola un luogo sostenibile e rispettoso il più possibile dell'ambiente". Studenti di Castellammare presenteranno il loro progetto per adeguare la scuola che frequentano in modo da renderla più ecocompatibile. 

Il 16 maggio, dalle ore 10 alle ore 17, un centinaio di ragazzi e ragazze che frequentano le scuole superiori di Castellammare di stabia, Scafati e Meta, si ritroveranno all’ hotel dei Congressi in viale delle Puglie, per cimentarsi nella competizione. Una giuria apposita, infine, decreterà la proposta più convincente, premiando l’idea vincitrice con un piccolo contributo economico per poter realizzare e mettere in pratica gli strumenti di sostenibilità.

“Si tratta dell'evento conclusivo del progetto “ORA! Organizza, Rifletti, Agisci”, e nello stesso periodo si svolgerà in tutti i 7 territori coinvolti nelle attività, ossia Verona, Bologna, Gorizia, Torino, Oristano, Napoli/Salerno e Trento”, spiega Gianluigi Donnarumma di Comunità Promozione  Sviluppo, che è partner del progetto, cofinanziato dall'Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS). “Nel corso del progetto lavoriamo con 2.800 ragazze e ragazzi tra i 14 e i 19 anni e 350 docenti di 35 scuole superiori per favorire e promuovere l'educazione dei giovani sul tema dei cambiamenti climatici, e il radicamento della sensibilità ambientale nel loro sistema valoriale, stimolando un cambiamento di rotta nei loro comportamenti. Il momento del cosiddetto Nudgethon, ossia di una competizione che pungoli e stimoli a compiere azioni senza imporle, ma creando al contrario le condizioni adatte perché le persone stesse le compiano, rappresenta l'ultimo tassello del fitto programma di attività svolte”.

 

“Ma-Nudge al cambiamento climatico” è il titolo scelto per l'evento dagli stessi giovani che hanno partecipato alle esperienze in classe e nei gruppi coinvolti, i cosiddetti changemakers, pronti ora all'ultima sfida.

“Gli studenti e le studentesse coinvolte, dopo aver approfondito la tematica del cambiamento climatico, proveranno a progettare degli interventi, detti “nudge”,  in risposta ai problemi emersi durante i percorsi formativi a cui hanno partecipato le scuole.”, evidenzia Donnarumma. “In questo modo saranno loro i veri e indiscutibili protagonisti del cambiamento e promotori del rafforzamento dei programmi di sostenibilità delle scuole”.

 

La logica è glocal (pensiero globale, azione locale) ed è stato attivato da un partenariato con realtà che operano nelle diverse provincie italiane e partner tecnici che opereranno trasversalmente ai 7 territori di intervento.

Partner di Progettomondo  sono Amici dei Popoli per la Provincia di Bologna; CISV per la Provincia di Torino; CVCS per la Provincia di Gorizia; Mlal Trentino Onlus per la Provincia di Trento; OSVIC per la Provincia di Oristano; CPS per la Provincia di Napoli; La Piccionaia SCS referente per la realizzazione del Silent Play; Adelante SCS, referente per il camp nazionale e l'Associazione SYDIC (System Dynamics Italian Chapter), referente per lo sviluppo delle azioni legate al pensiero sistemico e all’approccio Nudge4Climate.


Puoi ricevere le notizie de IlCorrierino.it direttamente su WhatsApp. memorizza il numero 334 919 32 78 e invia il messaggio "OK notizie" per procedere

08-05-2024 09:38:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA